Home » News Ambiente » Tutti i motivi per passare al fotovoltaico

Tutti i motivi per passare al fotovoltaico

Un pannello fotovoltaico è un dispositivo per produrre energia alternativa ecologica che ha numerosi vantaggi. Si tratta di un sistema che funziona in base alle leggi fisiche quindi secondo natura, non c’è nulla di meccanico. Il dispositivo fotovoltaico funziona a partire dai raggi luminosi del sole, che tramuta in energia elettrica spendibile. Il primo a scoprire i principi del fotovoltaico fu un francese nel 1839, presto si arrivarono a pannelli installati sui satelliti e poi nel 1963 si iniziarono a produrre pannelli per il commercio.

Come funziona il pannello fotovoltaico

Il principio di funzionamento dei pannelli che utilizzano questa tecnologia è l’effetto fotoelettrico. Le celle del pannello sono costituite da materiali semiconduttori, nello specifico in silicio. Quando il lato esposto al sole del pannello si carica di radiazioni solari, gli elettroni sulla superficie diventano mobili e si spostano nelle zone più profonde del materiale, lasciando spazio a cellule meno cariche, in un ciclo interminabile. I lati opposti della superficie delle celle quindi sono diversamente carichi, mettendoli in comunicazione con del nastro conduttore, si genera della tensione e quindi della corrente elettrica. Nella parte posteriore del pannello ci sono degli strati isolanti, così come anteriormente, in modo da preservare l’effetto fotoelettrico e installare comodamente l’apparecchio. I pannelli fotovoltaici possono essere utilizzati per alimentare con corrente elettrica edifici isolati, non serviti dalla rete comune elettrica o per integrarla, in edifici coperti dalla stessa.

Perché passare ai pannelli fotovoltaici

I vantaggi di installare un pannello fotovoltaico a casa, anche se si è serviti dalla rete elettrica normale, sono davvero moltissimi.

Innanzitutto installare i pannelli fotovoltaici fa abbassare in modo deciso i prezzi della bolletta elettrica di casa, perché gran parte dell’energia è prodotta grazie ad essi. Se ne viene prodotta in eccedenza questa viene immessa nella rete elettrica comune, con un guadagno economico. Un contatore appositamente installato mostra infatti l’elettricità in uscita e a fine anno viene fatto un conguaglio.

Per installare un impianto fotovoltaico si possono avere delle agevolazioni fiscali statali o regionali, l’iva inoltre è agevolata.

L’utilizzo di fonti rinnovabili, come attraverso i pannelli fotovoltaici, permette di ridurre le emissioni inquinanti del pianeta, quindi si ha un vantaggio ecologico per la collettività. Potenzialmente si tratta di una fonte di energia inesauribile perché si tratta dell’irradiamento solare.

L’immobile nel quale è stato fatto un impianto fotovoltaico acquista di valore ed esso è sempre modificabile (si può ingrandire o ridurre) nel corso del tempo.

I pannelli fotovoltaici non richiedono grandi costi di manutenzione, perché non utilizzano componenti meccaniche, ma funzionano secondo un processo di tipo fisico e naturale. Sarà sufficiente annualmente provvedere alla pulizia del vetro anteriore del pannello fotovoltaico e prestare attenzione al corretto funzionamento dell’inverter, l’unica componente elettronica dell’impianto.

I costi del fotovoltaico

Il costo di un impianto fotovoltaico comprende il prezzo dei pannelli, dell’installazione, delle pratiche burocratiche e del collaudo finale. Il denaro da investire inizialmente per un impianto fotovoltaico non è poco, ma si ammortizza in meno di 10 anni. Oltretutto i prezzi sono andati scendendo nel corso degli anni e oggi si possono tranquillamente anche acquistare online i brand più famosi e noti.