Home » News Ambiente » Biologico in casa contro l’inquinamento: i come e i perché

Biologico in casa contro l’inquinamento: i come e i perché

Che cosa sono i prodotti biologici per la casa

Uno dei più grossi fardelli dell’umanità oggi è sicuramente l’inquinamento. Ben il 24% delle malattie che colpiscono l’uomo infatti sono determinate da fattori ambientali. Se si pensa per esempio a diverse malattie dell’apparato respiratorio e della pelle, molte sono il risultato dell’utilizzo di detersivi aggressivi in ambienti in cui ci sono persone. Usare detersivi chimici, oltre a far male alle persone dove vengono impiegati, inquina l’ambiente: le confezioni sono rifiuti ingenti ogni giorno nel mondo e le sostanze finiscono per inquinare mari e fiumi soprattutto.

A fronte di questa situazione sempre più sono coloro che scelgono di usare prodotti biologici e ecologici per la casa, per un impatto minore sul nostro ambiente. Le categorie di prodotti biologici sono sempre più ampie, oggi nello specifico ci occupiamo di quelli per la pulizia della casa e per la lavatrice. Scegliere di consumare questi prodotti giova a tutta la famiglia.

Come di identifica un detersivo biologico

La norma ha stabilito una scala di valutazione della tossicità dei prodotti, chiamata VDCTOX. Questo indicatore è dato dalla quantità di acqua presente nel prodotto affinché questo non sia più nocivo. Quanta più acqua serve, tanto più quello sarà nocivo e tossico. I detersivi biologici di conseguenza sono molto concentrati.

I detersivi chimici hanno origine petrolchimica e contengono sbiancanti, tensioattivi sintetici, profumazione chimica, fosfati: tali sostanze sono nocive per l’uomo e inquinano. I detersivi ecologici sono in molti casi di origine vegetale, nella profumazione, nei tensioattivi, nei conservanti e non fanno male né all’uomo, né all’ambiente.

I detersivi ecologici in molti casi si possono acquistare solo in forma di ricarica o si possono riempire alla spina, per limitare la produzione di plastica. Le confezioni inoltre sono fornite di spruzzatori e misurini in modo da utilizzarne il giusto quantitativo, senza sprechi.

I contro dei prodotti biologici

I prodotti biologici hanno anche dei contro, è giusto dirlo. Questi contro tuttavia non giustificano l’utilizzo di prodotti chimici nocivi, se non sporadicamente quando ce n’è davvero il bisogno.

Per quanto riguarda i prodotti per lavare il bucato c’è da dire che i detersivi biologici non hanno sbiancanti, quindi in effetti con l’andare del tempo i tessuti tendono ad ingrigire.

I prodotti biologici ed ecologici costano di più, è un dato di fatto. Il prezzo tuttavia è quello della sicurezza, infatti, questi prodotti necessitano di lavorazioni specifiche per essere approvati dalla legge come tali.

I finti prodotti biologici

É necessario prestare attenzione ai numerosi prodotti con la confezione verde, con raffigurazioni di animali: l’abito non fa il monaco. Molti prodotti vengono proposti in confezioni e con slogan ingannevoli. In questo modo il consumatore è portato a pensare siano biologici quando invece non lo sono.

Esempi di prodotti considerati ingannevoli: il Rio Bum Bum (con simpatici animali sulla confezione), le capsule ecodose per il bucato (che di eco non hanno nulla), Emulsio Salvambiente (che lo è solo perché non necessita dell’acquisto della bottiglia di plastica), Spuma di Sciampagna. Questi non sono i soli purtroppo, quindi bisogna leggere con attenzione le etichette.